Le scritte delle Carceri dell’Inquisizione a Palermo

10689624_10205427316552678_3313887555528302048_n

EN: I took this picture with my phone, I didn’t have my camera with me and I couldn’t afford not to take it. I was in the Inquisition Prison in Palermo; I’ll translate from Sicilian dialect what’s written up there:
“This is the place in which who comes
sees the afflictions, the pains you go
through and true injustice and cruelty.
Here are the cries, the tears
and condemned souls’ screams.
Here man despairs, because he sees
what has been, in his youth, liberty.”

IT: Ho fatto questa foto col cellulare, non avevo a disposizione la macchina e non potevo non scattarla. Mi trovavo nei Carceri dell’Inquisizione a Palermo; vi traduco dal siciliano quello che c’è scritto:
“Questo è il luogo in cui chi entra vede le afflizioni, le pene che si patiscono e la vera ingiustizia e crudeltà.
Qua sono i lamenti, i pianti e le grida delle anime dei condannati.
Qui l’uomo si dispera, perché vede cosa è stata, nella sua gioventù, la libertà”

© Francesco Bellina


Questo sito usa cookie  per offrirti la migliore esperienza possibile. Accetta l'uso o cambia le tue impostazioni dei cookie.