I REC U, il nuovo cinema conquista YouTube

Varie - Page 31

Azione, amore, passione, mostri, terrore, fantasy, fantascienza e un cammeo di Terry Gilliam tutto in un solo film. Sembra qualcosa di incredibile e lo è ancora di più se si pensa che il film è italiano.
I REC U è un film del 2012 per la regia di Federico Sfascia che dopo tre anni di lavorazione ha visto la luce in piccoli festival e rassegne, per poi rimanere nascosto e privo di distribuzione sino ad ora.
Il canale de I Licaoni Videoproduzioni ha deciso di distribuirlo su youtube gratuitamente (dopo aver già tentato lo stesso esperimento con il loro lungometraggio “Kiss me Lorena”) dopo aver contribuito alla realizzazione del film stesso. Prima della “messa in onda” il film è stato proiettato per una sera in tutti i cinema Movieplanet.

Il film parla di Neve, ragazzo problematico e costretto ad indossare occhiali speciali con tanto di telecamera poiché impossibilitato a vedere il volto delle donne, sempre rinchiuso a vedere vecchi film e sempre pronto a sognare, nella eterna ricerca del vero amore, della ragazza che potrà vedere senza l’ausilio dei suoi ingombranti occhiali che perennemente registrano la sua vita su delle videocassette. Accudito dal fratello “Max La Spada”, appassionato di donne, Neve si ritroverà a scoprire sé stesso anche con l’aiuto di Faustine, dottoressa dalle eccentriche teorie.
I-REC-U-2Il film, originariamente di quattro ore, ha subito vari tagli e rimaneggiamenti prima di arrivare  alla versione redux presente ora sul tubo, divisa in due parti, dove nella prima si racconta di Neve, dei suoi problemi, della sua famiglia e dei suoi sogni ad occhi aperti, nella seconda invece viene fuori il talento visivo del regista, fatto con animatronics, effetti tradizionali, trucco e luci, riportando il cinema alla sue essenza, dove l’effetto c’è quanto basta per far funzionare la storia, senza essere la base stessa del film.
Sfascia ci mostra un film “anni ‘80” nelle idee, che raccoglie il meglio del grande cinema di genere, citando Carpenter, Cronenberg e molti altri, con delle strizzate d’occhio a Rocky e ad altre icone POP come il Dottore di Doctor Who.
Notevole vedere il risultato vista la scarsità dei mezzi a disposizione e la complessità dell’argomento, perché I REC U è un film d’amore, ma senza lacrime, senza melassa nel finale, che anzi è assai più complesso ed è forse, a livello di sceneggiatura, uno dei momenti più belli del film, che ci accompagna tra mille emozioni raccontando la crescita e il cambiamento che tutti dobbiamo affrontare, perché tutti noi siamo Neve.
Certo non è un film esente da difetti, ma io non sono il tipo di persona che distrugge i film per il gusto di avere qualche click in più, e in questo senso I REC U è un rischio enorme dato in pasto al pubblico di youtube italia, ma è stato messo in bella vista proprio per questo, per il progetto “Nuovo cinema YouTube” dei Licaoni, che vogliono riportare qualità in un mondo di vlogger che urlano, bestemmiano e ricevono parti nei film e regali da marche famose a scopi pubblicitari per farsi vedere, dimenticando la passione e la voglia di dire qualcosa.

Resta solo la domanda finale: Perché questo film non ha trovato distribuzione? Perché vengono dati milioni a comici per fare commedie anticinematografiche che incassano i miliardi? I REC U è l’ultimo di una lunga lista, costretto ad essere “per il web” perché la TV preferisce restare “vecchia” e il cinema preferisce restare un mero mezzo dispensa-intrattenimento.
Guardate I REC U, condividetelo e “fate girare” come direbbero certo complottardi e certi parlamentari, perché il talento va premiato e non nascosto sotto il tappeto.
Facciamo che il web, per una volta, sia utile, non solo per scrivere trattati politici su Miss Italia.

CapitanTroll

© riproduzione riservata

Questo sito usa cookie  per offrirti la migliore esperienza possibile. Accetta l'uso o cambia le tue impostazioni dei cookie.